Astrologia

L’astrologia è un mezzo per comprendere sè stessi. Oltre che dai fattori ereditari e dagli influssi dell’ambiente circostante, siamo influenzati dalle Stelle.
Per questo motivo, l’astrologia ritiene che la posizione del sistema solare, condizioni la persona sin dalla nascita. A seconda dell’esatto luogo e momento in cui si viene alla luce, ognuno ha il proprio mandala, il cosiddetto tema natale o carta astrale.

tema natale mappa astrologica Ilaria Salmaso astrologa

Un bambino nasce nel giorno e nell’ora in cui i raggi celesti si trovano in matematica armonia con il suo karma individuale. Il suo tema natale è un autentico ritratto del suo inalterabile passato e del suo probabile futuro.

Swami Sri Yukteswar

coS’è UN tema natale?

Possiamo paragonare il tema natale alla fotografia astrale, dalla prospettiva del luogo e nell’esatto momento di nascita. Per calcolarlo è perciò indispensabile conoscere luogo, data e orario di nascita.
Prima paragonavo il mandala al tema natale, poichè sono entrambi disegni carichi di simboli significativi.

Solitamente il tema natale viene raffigurato con un cerchio suddiviso in 12 spicchi, che sono le Case. Ogni Casa è “abitata” da un Segno zodiacale e già da qui possiamo ricavare moltissime informazioni. Inoltre, all’interno del cerchio, troveremo ulteriori simboli che raffigurano pianeti, asteroidi, vari corpi celesti, coordinate spaziali… E non è finita qui! Perchè tutti questi simbolini sono collegati tra loro da linee di vari colori, che rappresentano gli aspetti.

tema natale astrologia ilaria salmaso astrologa

In questo stellare disegno posso trovare molte risposte…occorre fare le giuste domande.

La Casa ci indica l’argomento, la fase della vita per questo ci chiarisce il DOVE?
Il Segno zodiacale è la modalità in cui viviamo quella fase, quell’ambito e risponde alla domanda COME?
Il Pianeta è un elemento che ha diverse letture, può simboleggiare una funzione, un famigliare, un ruolo sociale, una zona del corpo e quindi è legato alla domanda COSA?

A che cosa serve conoscere il proprio tema natale?

Serve a riappropriarci di noi stessi. È come avere una carta d’identità, in cui è scritta la nostra unicità. Non solo, è utile anche a conoscere come ci comportiamo con l’ambiente che ci circonda. Una mappa in cui sono segnate le tappe fondamentali, le sfide, le potenzialità e le attitudini. Possiamo già aver compreso e vissuto delle fasi, ma vedere e approfondire determinati aspetti chiave della nostra vita, ci permette di vivere con maggiore libertà e responsabilità.
Il bello è che ogni volta il consulto sarà diverso, anche se il tema natale si riferisce ad un esatto momento; il tempo passa, si fa esperienza, la persona cambia, nel cielo pianeti e corpi celesti proseguono a transitare…

L’astrologia è in grado di presentare un quadro completo e comprensibile della persona e del suo potenziale basato sull’oroscopo natale.


consulti astrologici

Il consulto astrologico individuale può avvenire di persona, presso lo studio olistico, telefonicamente o in videochiamata (via Skype, Whatsapp, Zoom).

consulti astrologici online telefono tema natale ilaria salmaso titiksha
Consulti astrologici, anche on-line

Durata: 30 min – Costo: 40,00 €
Durata: 60 min – Costo: 60,00 €
Durata: 90 min – Costo: 80,00 €

Per maggiori info o per prenotare contattami

cosa posso sapere dalla lettura astrologica?

Ad una lettura posso chiedere di far chiarezza su diversi ambiti della mia vita. Grazie all’interpretazione di tutti gli elementi indicati sopra, inizia un vero e proprio dialogo a tre: il tema natale, chi lo interpreta e chi richiede la lettura.

Si può partire da una domanda, da un’affermazione, da un’intuizione.
Dello stesso tema, se ne può discutere da più angolazioni e intensità. Per esempio, ad una domanda sull’aspetto economico, si può rispondere osservando i relativi settori, quindi la casa II del denaro, ma anche la VI legata al lavoro e la X che esprime la propria autorealizzazione.
Sul tema delle relazioni solitamente si consulta Venere e, a seconda dell’orientamento sessuale, ci sono aspetti che vanno messi in luce. È possibile individuare le grandi sfide della vita personale…l’importante è ricordare:

Astra inclinant, non necessitant.
Gli astri influenzano, non determinano.

Tommaso D’Aquino
tema natale astrologia transiti ilaria salmaso astrologo

La citazione qui sopra è di un grande religioso e teologo, il quale fece molto per stabilire un percorso parallelo tra fra la cristianità e la filosofia classica.
Mi piace perchè chiarisce onestamente che le previsioni astrologiche lasciano comunque spazio al principio del libero arbitrio.

l’astrologia non è una scienza! …ma neppure mero fatalismo

L’Astrologia è stata applicata e sviluppata sin dall’antichità più remota.
L’uomo ha osservato i cicli del cielo per calendarizzare i cambiamenti stagionali, organizzare la caccia, l’agricoltura e interpretare i messaggi divini.
I sumeri, che sono la prima civiltà urbana, si dedicavano all’osservazione dei fenomeni celesti, associandoli a forze e divinità. Hanno, in questo modo, unito lo studio astrologico alla loro religione politeista, senza però diventare fatalisti. Ovvero, i sumeri, consultavano le inclinazioni astrologiche senza affidare, passivamente, gli eventi al destino, anzi svilupparono doti umaniste di fondamentale importanza nello sviluppo della comunità.

segni zodiacali astrologo astrologa ilaria salmaso lettura
Miniatura di Francesco Botticini,
che raffigura le costellazioni del cielo boreale e i segni dello zodiaco.

Uno dei principi dell’Ayurveda è che ogni essere vivente è collegato all’Universo e alla Natura. Nei testi vedici viene precisato che macrocosmo e microcosmo sono strettamente collegati e che tutto ciò che accade su un piano riflette sull’altro, e viceversa. Secondo l’Astrologia indiana, o vedica, il tema natale è il risultato del nostro karma, cioè le azioni che, fatte in vite precedenti, hanno dato frutti in questa vita.
Insomma l’Astrologia è stata onorata da tantissime differenti popolazioni, da quella babilonese, cinese, maya, greca, romana…per un periodo è anche stata non considerata ma, ancora oggi, in tempi moderni, viene consultata.

orologio venezia astrologia
Torre dell’Orologio
a Piazza San Marco, Venezia
orologio astronomico praga
Orologio Astronomico
(Staroměstský Orloj)
a Piazza della Città Vecchia, Praga

astronomia e astrologia

Lo Zodiaco è una ruota, in cui tutti i pianeti e corpi celesti vengono osservati dalla Terra. Questo non significa che l’astrologo di oggi promuova il sistema geocentrico, ma è certamente il punto di vista dell’osservatore: siamo sul pianeta Terra ed è da qui che facciamo le nostre esperienze.
Questa non è l’unica incongruenza tra astrologia e astronomia, che ricordo è la scienza che osserva e studia i corpi celesti componenti l’Universo e gli eventi ad esso correlati.

Un’altra grande differenza riguarda le costellazioni, le stelle raggruppate dall’uomo che formano una linea o una figura immaginaria sulla sfera celeste. I segni zodiacali sono 12 e prendono il nome delle costellazioni attraversate dal Sole. Ma in realtà il Sole, nel suo moto apparente, attraversa ben 13 costellazioni, cioè una in più che, in astrologia, non viene considerata: Ofiuco. Precisamente, tra la costellazione dello Scorpione e del Sagittario, si colloca Ofiuco, anche chiamato il Serpentario.

costellazioni stelle

Inoltre le costellazioni non hanno tutte la stessa estensione, ad esempio la costellazione del Leone è quasi tre volte più ampia di quella del Cancro, mentre tutti i segni zodiacali misurano 30 gradi ciascuno. Anche questo dato ai fini astrologici è considerato irrilevante.
Per conoscere la lista delle costellazioni finora riconosciute dall’Unione Astronomica Internazionale, clicca qui.
Ulteriore critica che viene imputata all’astrologia occidentale è che non contempla il fatto che l’asse terrestre non punta sempre verso la stessa direzione e che quindi anche la posizione delle stelle e dei poli celesti cambia.

astrologia tropicale e astrologia siderale
Astrologia siderale (indiana e cinese) e tropicale (occidentale moderna)

astrologia tropicale e astrologia siderale

Qui abbiamo bisogno di fare delle premesse, proverò a semplificare.
Immaginiamo la Terra ruotare su sè stessa, dalla sua forma non perfettamente sferica, ma leggermente rigonfia nella zona dell’equatore e schiacciata ai due poli. Aggiungiamoci l’attrazione gravitazionale, esercitata principalmente dalla Luna e dal Sole, che agisce su questa sporgenza equatoriale, cercando di allineare l’asse della Terra con la perpendicolare al piano dell’eclittica (il percorso del Sole). Questo fenomeno è chiamato precessione degli equinozi, poichè l’asse terrestre subisce un cambiamento della direzione dell’asse di rotazione, permettendo agli equinozi di verificarsi, ogni anno, con un anticipo di venti minuti rispetto all’anno precedente.

Il grado 0, chiamato punto vernale, corrisponde al punto in cui si trova il Sole all’equinozio di primavera.
A causa della precessione degli equinozi il punto vernale, rispetto alle stelle che restano fisse, si sposta. Precisamente si sposta di 1 grado ogni 71,6 anni.
Questa variazione non è contemplata in astrologia occidentale. Possiamo dire che, nella visione pratica e razionale, il Sole “è avanti” di quasi 30 gradi rispetto alla sua reale posizione nel cielo. Cosa significa? Se prendessimo un telescopio nel giorno dell’equinozio primaverile potremmo constatare che il Sole non si trova nella costellazione dell’Ariete, bensì dei Pesci.

precessione equinozi
precessione equinozi

Arrivati a questo punto posso meglio spiegare la differenza tra astrologia tropicale e siderale.

astrologia tropicale

L’astrologia tropicale si basa sulla successione delle stagioni, che scandiscono ritmi e fasi con precise caratteristiche. Quando questa filosofia ebbe origine, nel giorno dell’equinozio di primavera il Sole si trovava nella costellazione dell’Ariete. Gli equinozi e i solstizi sono il punto di riferimento, peraltro riconosciuti come significativi passaggi. Per questo motivo, secondo l’astrologia tropicale, l’inizio della primavera coincide sempre con il primo segno zodiacale: chi nasce il 21 Marzo è del segno dell’Ariete.

astrologia siderale

Esiste un’astrologia che considera la precessione degli equinozi, retrocedendo le posizioni planetarie dei gradi opportuni. Si tratta dell’astrologia indiana, o vedica, e cinese, chiamata astrologia siderale. Essa tiene conto di questo spostamento retrogrado rispetto ai segni zodiacali, poichè ha come prospettiva dei punti fissi, che sono tre stelle (Aldebaran, Antares, Spica). Ponendo come punto di riferimento le stelle, che non sono un parametro mobile, si allinea anche con il centro della galassia. I pianeti consultati stavolta corrispondono alla loro effettiva posizione.
Ad esempio, il Sole, ad oggi, si allinea con la costellazione dell’Ariete dal 14 Aprile al 14 Maggio.

Per maggiori info sulla Lettura Astrologica contattami

error: Contenuto protetto!